Durante il 4° anno di Liceo ho fatto uno stage lavorativo presso la biblioteca medica Pinali dell’Università di Padova. Ero convinta che mi sarei iscritta ad ingegneria dopo il liceo quindi non credevo che le nozioni che avrei imparato durante lo stage mi sarebbero state utili. E invece….alla fine ho frequentato molto la biblioteca Pinali durante il mio percorso di laurea triennale per diventare igienista dentale. Ho imparato durante quell’anno che esiste un software specifico per le citazioni, molto utile per organizzare e citare gli articoli scientifici trovati su PubMed…si chiama ZOTERO

Zotero è un software semplice da capire e immediato nel suo utilizzo… se inizierete ad impostare la tesi in questo modo salverete moltissimo tempo!

Quanto è frustrante dover ricopiare 12320849374 citazioni a fine tesi per scrivere una bibliografia decente?

E poi qual è il modo giusto di citare?

Forse in molti non lo conoscono ma potrebbe essere utile non solo agli studenti, ma anche agli igienisti dentali che per necessità di aggiornamento o stesura di articoli scientifici vogliano crearsi la propria libreria personale dividendo gli articoli in base all’argomento di ricerca per poi facilmente ritrovarli e citarli nei loro lavori.  Potete scaricarlo qui =)

E’ un software gratuito che apparirà come app sul vostro desktop:  si creerà un componente aggiuntivo sul motore di ricerca internet che utilizzate più frequentemente e una estensione del programma anche su word in modo da scrivere la vostra tesi/progetto/ricerca/lavoro in modo rapido con tutte le citazioni già pronte. In questi video vi faccio vedere tramite il mio computer come funziona il collegamento con internet, come appare la libreria personalizzata da voi e come citare su word mentre state scrivendo il vostro progetto.

 

 

 

 

 

 

Ultima nota importante per gli studenti! Avete attivato il PROXY UNIVERSITARIO!? Potete consultare molte più riviste con il proxy della vostra università per la vostra ricerca e tesi. Che cosa è il proxy? È un sistema che vi fornisce l’università per accedere da remoto (senza andare in biblioteca) alle riviste scientifiche a cui la vostra università di appartenenza è abbonata. Io ho ancora attivo il proxy universitario della Sapienza di Roma che ha una delle biblioteche scientifiche più importanti e complete in Italia 😉!!!
Qui la procedura per l’attivazione del proxy dell’università di Padova

 

ULTIMI DUE CONSIGLI PER GLI STUDENTI: Che sia per la tesi o per lo svolgimento di un progetto universitario, se siete a corto di idee leggete! Leggete articoli scientifici in full text, se non trovate il full text con proxy universitario attivo e non lo trovate neanche su PuMed cercate su Google Scholar scrivendo sul vostro motore di ricerca il titolo dell’articolo. A volte alcuni full text si trovano così, anche se su PubMed sembrano non essere disponibili 😉

Spero che questi consigli vi possano essere utili, se si, fatemelo sapere

Sofia